Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.

AVVISI

Riapertura Museo Duca di Martina

Dal 1 febbraio si riapre al pubblico il Museo Duca di Martina con il consueto orario. Nelle more che si completino i lavori di potatura e di messa in sicurezza degli alberi del Parco, l'apertura è limitata al solo museo con ingresso da Via Aniello Falcone, n. 171.

Attività annullate Duca di Martina

Si comunica che tutte le attività pre​viste nel Museo Duca di Martina e nel Parco della Floridiana per il corrente mese di gennaio sono annullate, per lavori di messa in sicurezza. In occasione della riapertura saranno comunicate le nuove date delle attività sospese.

Chiusura Museo e Parco Floridiana

Dal 23 dicembre il Museo e il Parco della Floridiana sono chiusi al pubblico per la caduta di alberi d'alto fusto. Verranno riaperti non appena saranno eseguite le necessarie verifiche di sicurezza.​

Orario apertura luoghi del Polo

Si comunica che quest'Istituto s'impegna per offrire al pubblico un orario di visita quanto più esteso possibile, nel rispetto dei criteri per l'apertura al pubblico, la vigilanza  e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali previsti dal D.M. del 30 giugno 2016, in attesa che vengano espletate le previste procedure concorsuali finalizzate al superamento delle attuali carenze organiche e al conseguente incremento del personale in servizio.

rosina pignatelli, vita di una principessa

Museo Pignatelli - Sabato 5 maggio 2018, ore 11.00

Nella Sala da ballo del Museo viene presentato il libro di Maria Cristina Liguori, dedicato alla principessa Rosina Pignatelli, ultima proprietaria della villa, figura aristocratica di grande interesse, con una cultura non comune per l’epoca, appassionata di musica e lettere, che riuscì a rendere la sua dimora un raffinato luogo di incontro nel mondo dell’aristocrazia e della corte di casa Savoia.

Il libro, promosso dal Polo museale della Campania, sarà presentato, con l’autrice, da Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania, Denise Maria Pagano, direttore del Museo Pignatelli e Michele Rak, scrittore e saggista.

Il volume è il risultato di un'attenta e appassionata ricerca archivistica sul fondo librario della famiglia Pignatelli e sui quaderni manoscritti in cui la principessa appuntava meticolosamente ogni dettaglio della vita quotidiana. L'autrice delinea la figura di un'aristocratica inserita pienamente nel vivace contesto culturale e sociale della Napoli della Belle Epoque, approfondendo la sua formazione e le sue passioni: la musica, la letteratura, la scelta di preziosi arredi e oggetti d'arte decorativa, divenuti ora parte della collezione permanente del Museo.

Di grande interesse è la riscrittura dei menù della principessa: dietro la rassegna di primi e secondi piatti, di galantine, insalate, soufflés, dolci e bibite si disegna la storia del costume e del gusto dell’epoca, l’educazione delle classi agiate, l’etichetta e il bon ton da rispettare.

Anche lo studio affrontato sul fondo librario, che include volumi storici, testi di narrativa italiani e stranieri, collane, riviste e periodici, fa emergere la vivacità intellettuale della principessa e la sua molteplicità di interessi, che fanno di lei una donna fuori dal comune e dagli schemi dell’epoca.

La visita alle sale della casa-museo restituisce l’atmosfera e la suggestione dell’epoca: nell’appartamento storico, al piano terra, nei saloni di rappresentanza si può quasi rivivere l'uso cui essi erano destinati: nella raffinata Sala da ballo si svolgevano i ricevimenti, nel Salotto azzurro la principessa accoglieva gli invitati, nel Salottino pompeiano le nobili ospiti nelle serate danzanti si intrattenevano per risistemare le proprie acconciature e nella Biblioteca, unica stanza in cui era concesso fumare, veniva servito il caffè.

Al primo piano, un rigoroso restauro ha consentito di ritrovare alcuni ambienti privati della famiglia: il bagno del principe con la bellissima vasca di marmo di Carrara decorata con lo stemma, lo Studiolo della principessa e il suo boudoir, dove Rosina Pignatelli era solita, negli ultimi anni della sua vita, ascoltare con pochissimi amici, i dischi da lei collezionati, che fanno ora parte delle raccolte museali.

Rosina Pignatelli morì nel 1955 e, d’accordo con la figlia Annamaria, donò la Villa allo Stato italiano, consapevole di quanto ciò significasse per la storia culturale della città.
Un gesto che – come scrisse Cesare Brandi - “è un bel tratto di amor coniugale”.

Il volume è edito da Giannini Editore e distribuito da Arte’m.

Bandi e Avvisi ANNO 2019

Bandi e Avvisi ANNO 2020

Bandi e Avvisi ANNO 2018

Polo museale della Campania   |   Castel Sant'Elmo  - Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
Email:  pm-cam@beniculturali.it   -   PEC:  mbac-pm-cam@mailcert.beniculturali.it

Contatti telefonici Uffici e Luoghi della Cultura >>

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) :  0039.081.2294-415/584/585/470
Email:  pm-cam.urp@beniculturali.it
webmaster    |