Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.

AVVISI

Museo San Martino variazione orario

Si comunica che la Certosa e Museo di San Martino, a causa di una forte criticità delle presenze del personale di sorveglianza, da domenica 9 dicembre 2018 esclusivamente le domeniche e i giorni festivi chiuderà al pubblico alle ore 17.00 con ultimo ingresso in biglietteria alle ore 16.00.

AVVISO SEDUTA PUBBLICA

VISTA l'ordinanza n. 01615/2018 con la quale il TAR Campania ha accolto l'istanza di sospensione del provvedimento di esclusione del  RTI Glossa - GE.S.A.C. S.p.A. - Civita-Opera laboratori Fiorentini S.p.A. dalla gara europea a procedura aperta per l’appalto del progetto “OPEN CAMPANIA. I MUSEI DELLA CAMPANIA IN RETE” si comunica che in data 12.12.2018, alle ore 10:30, si terrà la seduta pubblica per procedere all'apertura della busta contenente l'offerta tecnica presentata dal RTI Glossa - GE.S.A.C. S.p.A. - Civita-Opera laboratori Fiorentini S.p.A. ed alla verificare della presenza dei documenti richiesti dal disciplinare di gara.

Chiusura temp. Presepe Cuciniello

Certosa e Museo di San Martino – Sezione presepiale: Si comunica che per la realizzazione della nuova illuminazione scenografica il Presepe Cuciniello non sarà visibile da lunedì 3 a domenica 16 dicembre 2018.  La sezione sara' regolarmente aperta.

Chiusura temporanea Girolamini

Chiusura temporanea del COMPLESSO MONUMENTALE DEI GIROLAMINI fino al 30 gennaio 2019.  Il Complesso resterà chiuso al pubblico per consentire il riallestimento della Quadreria nei nuovi spazi ad essa destinati negli ambulacri della Biblioteca statale oratoriana. Info 081.294444 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Direttore

Sede
Telefono e fax
Email
PEC

Tommasina Budetta

via Ripa di Cassano - 80067 Piano di Sorrento (NA)
0039.081.8087078
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Orari

  • Aperto dal martedi alla domenica ore 9.00 - 18.50, chiuso il lunedì.

 

Il Museo Archeologico Territoriale della Penisola Sorrentina, intitolato al famoso archeologo e studioso Georges Vallet ed ospitato nelle sale di Villa Fondi de Sangro, è nato dall’esigenza di accogliere la documentazione ed i risultati delle campagne di scavo effettuate nella Penisola Sorrentina per ricostruire le fasi di popolamento e di trasformazione di questo territorio dalla preistoria all’età romana nel contesto complessivo della Campania antica.

Al piano terreno, le prime due sale illustrano rispettivamente la fase preistorica, con reperti dalle grotte e dagli insediamenti della zona, e le testimonianze della cultura del Gaudo (II millennio a.C.) relativi a contesti tombali con vasellame e manufatti litici pertinenti ad un abitato scoperto a Piano di Sorrento in località Trinità.

L’ingresso che conduce al piano superiore ospita esempi di scultura ed elementi architettonici di epoca arcaica, come una testa marmorea da Massa Lubrense ed i capitelli in tufo da Vico Equense. Nelle sale del primo piano sono esposti alcuni corredi funerari provenienti dagli scavi eseguiti nelle necropoli arcaiche e classiche di Massalubrense e Sant’Agata sui due Golfi (località Deserto), Vico Equense (Via Nicotera) e Sorrento. In un corridoio di passaggio alle sale interne sono presentati materiali dal santuario arcaico di Athena a Punta della Campanella, con il calco di un’iscrizione rimasta in sito del II secolo a.C. Segue poi una sezione che illustra la formazione dell’antica Surrentum, con reperti rinvenuti dai quartieri urbani e dalle necropoli della città, tra cui un trapezoforo con erma maschile in tufo, bei vasi a figure rosse del IV secolo a.C., columelle, nonché manufatti in vetro e terracotta di epoca ellenistica e romana. Nella stessa sala sono anche esposti rilievi marmorei e capitelli dalla villa di Capo di Massa ed un plastico della Villa di Pollio Felice a Capo di Sorrento.

Sempre pertinente ad una villa imperiale rinvenuta a Sorrento è anche una statua colossale di peplofora in marmo che conclude il percorso museale al piano terra. Nel parco all’esterno dell’edificio museale è stato ricostruito lo splendido ninfeo a mosaico asportato, per esigenze di tutela, da una villa marittima in località Marina della Lobra a Massa Lubrense. Realizzato intorno al 55 d.C. in tessere musive di pasta vitrea, concrezioni e conchiglie, esso reca scene di giardino fiorito popolato da uccelli ed ornato da scomparti con figure allegoriche e quadretti con nature morte.

Polo museale della Campania   |   Castel Sant'Elmo  - Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
Email:  pm-cam@beniculturali.it   -   PEC:  mbac-pm-cam@mailcert.beniculturali.it

Informazioni   |  Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) :  0039.081.2294415   -  0039.081.2294470
Email:  pm-cam.urp.edu@beniculturali.it
webmaster    |