Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.

AVVISI

D.L. 34/2020 - Fondo emergenze

Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha destinato la cifra di 50 milioni di euro a sostegno dei musei e dei luoghi della cultura non statali che, in seguito all'emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno registrato minori introiti derivanti dalla vendita di biglietti nel periodo dal 1° marzo 2020 al 31 maggio 2020 rispetto al periodo dal 1° marzo 2019 al 31 maggio 2019 .

La quota parte del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali è rivolta a tutti i musei civici, diocesani e non statali dotati di personalità giuridica, oltre che a quelli di appartenenza pubblica dotati di autonomia organizzativa e di bilancio.

Le richieste di contributo dovranno essere inviate esclusivamente online collegandosi al sito fondoemergenzeculturali.beniculturali.it, entro il 17 agosto 2020.
Ulteriori informazioni o chiarimenti relativi alla procedura potranno essere richiesti scrivendo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicato stampa MiBACT > https://bit.ly/39V0xN8
Pagina avviso MiBACT. Direzione Generale Musei > https://bit.ly/33nQhvO

Ticket points attivi

IT: I biglietti per il Museo Pignatelli, la Certosa e Museo di San Martino, Castel Sant'Elmo, Palazzo Reale, Villa Iovis e la Certosa di San Giacomo a Capri, si acquistano online su www.coopculture.it oppure nei tre ticket point a Palazzo Reale, a Castel Sant’Elmo e alla Certosa e Museo di San Martino.

ENG: Tickets for the Pignatelli Museum, the Certosa and Museum of San Martino, Castel Sant'Elmo, Palazzo Reale, Villa Iovis and the Certosa di San Giacomo in Capri, can be purchased online on www.coopculture.it or in the three ticket points at Palazzo Reale, Castel Sant'Elmo and Certosa and Museum of San Martino.

Chiusura estiva biblioteca Molajoli

La Biblioteca di Storia dell’Arte “Bruno Molajoli” chiude al pubblico per la pausa estiva dal giorno 17.08.2020 al giorno 25.08.2020.  Alla riapertura, restano attive le nuove modalità di accesso, determinate dall’emergenza sanitaria, previa prenotazione, con numero chiuso, ed esclusivamente nei giorni del martedì e giovedì.

Nuovo sistema di bigliettazione

Attivo il nuovo sistema di bigliettazione per i Musei napoletani della Direzione regionale Musei Campania - 11 luglio 2020
La Direzione regionale Musei Campania, dopo il completamento in poche settimane del piano di riapertura dei siti e musei su tutto il territorio regionale, attiva il sistema di prenotazione e acquisto online.
Abbiamo rafforzato e privilegiato la prenotazione online, accogliendo le nuove abitudini e le richieste di turisti e visitatori abituali dei siti museali, per evitare file e assembramenti. Abbiamo previsto entrate contingentate, per consentire a tutti la sicurezza ma anche il proprio tempo per godere della visita.
Previsti in aggiunta due ticket point, in due luoghi facilmente raggiungibili della città, uno a Palazzo Reale e l’altro a Castel Sant’Elmo, dove sarà possibile acquistare il biglietto anche per gli altri musei napoletani della Direzione, incluso i siti di Villa Iovis e Certosa di San Giacomo a Capri. Per la Certosa è stato predisposto un biglietto ridotto nei giorni infrasettimanali, mentre nel week-end sarà fornito il servizio di audioguida incluso nel biglietto di ingresso.
Le due biglietterie on site saranno attive da sabato 11 luglio 2020 con alcune novità: a Castel Sant’Elmo saranno disponibili i biglietti per i siti della collina del Vomero, Castel Sant’Elmo, Certosa e Museo di San Martino e Parco della Floridiana.
La seconda biglietteria sarà a Palazzo Reale, dove, dal 18 luglio prossimo, si potrà acquistare anche il biglietto per visitare il Museo delle carrozze e l’appartamento storico del Museo Pignatelli.
Sarà sempre possibile entrare gratuitamente, per la stagione estiva, negli spazi verdi e nei giardini di Villa Pignatelli e del Parco della Floridiana, che sono tra i polmoni verdi più importanti della città.
Restituiamo ai visitatori i circuiti di visita grazie alle strategie condivise con le istituzioni locali, le associazioni e gli operatori economici collegati alle azioni di valorizzazione e promozione del territorio.
Abbiamo scelto l’ottimismo “sostenibile”, con la voglia di scommettere sul futuro e, insieme, il senso di responsabilità, osservando tutte le regole imposte dall’emergenza sanitaria, ma con la consapevolezza dell’importanza di riannodare il senso della comunità e i valori identitari dei nostri luoghi della cultura.
Info: www.coopculture.it

Riaprono al pubblico

IT: Siamo lieti di comunicare che saranno di nuovo aperti al pubblico: dal 4 luglio la Certosa di San Lorenzo (Padula, SA); dal 6 luglio il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno (Sarno, SA); dall’8 luglio il Museo archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele (Eboli, SA); dal 9 luglio la Certosa di San Martino (Napoli) -aperto il percorso di visita che comprende oltre ai chiostri e ai giardini, il Quarto del Priore, la sezione presepiale, e gli ambienti annessi alla Chiesa-, il Palazzo della Dogana dei Grani (Atripalda, AV); dal 10 luglio il Museo di San Francesco a Folloni (Montella, AV).
I siti della Direzione regionale Musei Campania attualmente visitabili nella provincia di Napoli sono: Castel Sant'Elmo, Villa Pignatelli (Museo delle carrozze, Appartamento storico, giardino), Villa Floridiana (viale centrale, aiuola grande e Belvedere), Parco e Tomba di Virgilio, Palazzo Reale, Certosa di San Giacomo, Grotta Azzurra e Villa Jovis a Capri, Museo archeologico territoriale della Penisola sorrentina “Georges Vallet” a Piano di Sorrento, Museo storico archeologico di Nola.
Nella provincia di Caserta: Museo archeologico dell’antica Capua, Anfiteatro campano e Museo dei gladiatori a Santa Maria Capua Vetere, Museo archeologico dell’Agro atellano a Succivo, Museo archeologico dell’antica Allifae, ad Alife, Museo archeologico di Calatia a Maddaloni, Museo archeologico e Teatro romano di Teanum Sidicinum a Teano.
In provincia di Salerno, il Museo archeologico nazionale di Pontecagnano; a Benevento il Teatro romano e a Montesarchio il Museo archeologico del Sannio Caudino.
Per le prossime riaperture, ulteriori informazioni saranno comunicate tempestivamente sul sito istituzionale e sui canali social ufficiali della Direzione regionale Musei Campania.

ENG: We are pleased to announce that they will be open to the public again: from 4 July the Certosa di San Lorenzo (Padula, SA); from July 6 the Sarno Valley National Archaeological Museum (Sarno, SA); from 8 July the Archaeological Museum of Eboli and the Middle Valle del Sele (Eboli, SA); from July 9 the Charterhouse of San Martino (Naples) -open the visit route which includes in addition to the cloisters and gardens, the Quarto del Priore, the crib section, and the rooms annexed to the Church-, and the Palazzo della Dogana dei Grani (Atripalda, AV); from10 July the Museum of San Francesco in Folloni (Montella, AV).
The sites of the Campania Regional Museums Directorate currently open in the province of Naples are: Castel Sant'Elmo, Villa Pignatelli (Museum of carriages, historic apartment, garden), Villa Floridiana (central avenue, large flowerbed and Belvedere), Virgil's Park and Tomb , Royal Palace, Charterhouse of San Giacomo, Blue Grotto and Villa Jovis in Capri, Territorial Archaeological Museum of the Sorrento Peninsula "Georges Vallet" in Piano di Sorrento, Historical Archaeological Museum of Nola.
In the province of Caserta: Archaeological Museum of ancient Capua, Campania Amphitheater and Gladiators Museum in Santa Maria Capua Vetere, Archaeological Museum of Agro Atellano in Succivo, Archaeological Museum of ancient Allifae, in Alife, Archaeological Museum of Calatia in Maddaloni, Archaeological museum and Roman theater of Teanum Sidicinum in Teano.
In the province of Salerno, the National Archaeological Museum of Pontecagnano; the Roman Theater in Benevento and the Sannio Caudino Archaeological Museum in Montesarchio.
For the next reopenings, further information will be promptly communicated on the institutional website and on the official social channels of the Campania Museums Regional Directorate.

Questionario sui musei nella fase 2

La Direzione generale Musei propone un questionario online per comprendere le aspettative del pubblico riguardo all’offerta culturale da sviluppare in questa fase di riapertura dei musei e dei luoghi della cultura, pur nel rispetto delle norme di sicurezza del periodo. Compila il questionario online, in pochi minuti ci offrirai un prezioso contributo per conoscere la tua opinione su quali attività culturali dovrebbero essere maggiormente sviluppate in questa fase e per migliorare la qualità della visita e dei servizi offerti dai singoli Musei. Il questionario è anonimo e tutte le risposte sono tutelate nel rispetto della normativa sulla privacy. Grazie per la condivisione e la partecipazione!
Link al questionario online -->>

Primo giorno di riapertura dei Musei

Un risultato raggiunto con impegno dalla Direzione regionale Musei Campania nel primo giorno di riapertura dei Musei, si inizia con Castel Sant’Elmo, Anfiteatro campano e Certosa di San Lorenzo nella Giornata Internazionale dei Musei.

Lunedì 18 maggio 2020, dopo un lungo e incessante lavoro che ha coinvolto in questi mesi di lockdown, gli Uffici della Direzione regionale Musei Campania, sarà possibile riaprire al pubblico in sicurezza i primi tre siti con ampi spazi all’aperto.
Si potrà nuovamente godere di una passeggiata sugli spalti di Castel Sant’Elmo con lo splendido panorama sull’intero Golfo di Napoli, ripercorrere i passi degli antichi monaci nella spettacolare Certosa di San Lorenzo a Padula e rivivere - da martedì 19 maggio- nel maestoso Anfiteatro campano a Santa Maria Capua Vetere, le vicende dei gladiatori.
La Direzione regionale Musei Campania, diretta da Marta Ragozzino, ha messo in campo tutte le energie per riaprire in questa data che segna la ripresa anche della vita sociale, un segnale positivo che pone la cultura alla base dei legami della collettività. Una scelta dei luoghi orientata non solo da un’attenta valutazione tecnica ma anche per restituire alla comunità tre fondamentali presidi di arte per il territorio di Napoli, Caserta e Salerno.

È significativo che la data del 18 maggio coincida con la Giornata Internazionale dei Musei, promossa dall’ICOM, il tema di quest’edizione è Musei per l’eguaglianza: diversità e inclusione.
La Direzione regionale Musei Campania, evidenziando il ruolo inclusivo della cultura, partecipa con l’ingresso gratuito a Castel Sant’Elmo e alla Certosa di San Lorenzo a Padula, i consueti appuntamenti ed eventi che negli anni scorsi hanno coinvolto dal vivo cittadini, visitatori e turisti in tutti i Musei, quest’anno verranno declinati con nuove forme di partecipazione attraverso contenuti digitali sui canali social.

Naturalmente per tutti, visitatori e dipendenti, sono garantite le rigorose misure di sicurezza previste dalla normativa, per ritornare a vivere il nostro straordinario patrimonio e condividere la cultura della responsabilità. Sono stati realizzati percorsi per evitare assembramenti e posizionate indicazioni per ricordare ai visitatori le precauzioni da seguire: distanza fisica, uso obbligatorio di mascherina, pulizia delle mani. Nelle strutture saranno presenti dispenser di gel disinfettante.

La Direzione regionale Musei Campania ha immaginato per il 2 giugno un altro importante momento, con una seconda fase di apertura, coordinata con le amministrazioni e le altre istituzioni museali del territorio.
Si tratta di un piano di riaperture graduale, progressivo e sostenibile, e che diventa un’opportunità per stimolare una riflessione sulle nuove azioni da sperimentare, per rendere sempre più inclusivi e accessibili i musei, confermando il ruolo che rivestono nella vita sociale della comunità.

Antica è la storia di questi tre importanti siti: Castel Sant’Elmo, fortezza difensiva voluta da Don Pedro de Toledo, vicerè di Napoli dal 1532 al 1553, realizzata con l’innovativo progetto dell’ingegnere militare Pedro Luis Escrivà, domina con la sua imponenza la città e il territorio.

L’Anfiteatro campano, realizzato tra la fine del I e gli inizi del II d.C., è il secondo in ordine di grandezza dopo il Colosseo. Vi si svolgevano gli spettacoli gladiatorii, di grande suggestione i sotterranei- attualmente interessati da un progetto di restauro- erano utilizzati per macchinari e apparati scenici.

La Certosa di San Lorenzo a Padula è il più vasto complesso monastico dell’Italia Meridionale nonché uno dei più interessanti in Europa per magnificenza architettonica. Venne edificata nel 1306 per volontà del Signore del Valle del Diano, Tommaso Sanseverino, Conte di Marsico, i lavori proseguirono, con ampliamenti e ristrutturazioni, fino al XIX secolo. I monaci lasciarono definitivamente la Certosa nel 1807 e dal 1882 è diventata Monumento nazionale.


Info

Castel Sant'Elmo e Museo ‘900 a Napoli
Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
+39 081 2294449 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario: lun.-dom. 8.30-19.30

Certosa di San Lorenzo
Viale Certosa, 1 - 84034 Padula (SA)
+39 0975 77745, +39 0975 77552 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario: merc.-lun. 9.00-19.00 | martedì chiuso

Anfiteatro campano
Piazza I Ottobre, 1860 - 81055 Santa Maria Capua Vetere (CE)
+39 0823 844206 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | lunedì chiuso
Orario: mart.-dom. 9.00-19.30 | lunedì chiuso

Direzione regionale Musei Campania   |   Castel Sant'Elmo  - Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
Email:  drm-cam@beniculturali.it   -   PEC:  mbac-drm-cam@mailcert.beniculturali.it

Contatti telefonici Uffici e Luoghi della Cultura >>

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) :  0039.081.2294-415/584/585/470
Email:  drm-cam.urp@beniculturali.it
webmaster    |