Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.

AVVISI

BORGHI IN FESTIVAL

È online, sul sito dedicato http://www.borghinfestival.beniculturali.it e sui siti istituzionali della Direzione Generale Creatività Contemporanea e della Direzione Generale Turismo del MiBACT, l’Avviso Pubblico del MiBACT “Borghi in Festival - Comunità, cultura, impresa per la rigenerazione dei territori”, dal valore di 750.000 euro, per il finanziamento di attività culturali finalizzate a favorire la rigenerazione culturale, turistica ed economico-sociale dei piccoli Comuni italiani.
Destinatari dell’Avviso sono i Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti, ovvero fino a 10.000 abitanti che abbiano individuato il centro storico quale zona territoriale omogenea (ZTO), con preferenza per quelli identificabili come aree prioritarie e complesse, nelle quali maggiore è l'esigenza dell'intervento pubblico. Il bando intende favorire progettualità basate su approcci integrati: i Comuni possono partecipare singolarmente, o in rete tra loro, e sono tenuti a costituire partenariati con almeno un ente non profit e con almeno un soggetto co-finanziatore. Il finanziamento erogabile prevede un limite massimo di 75.000 euro per i Comuni che partecipano singolarmente e di 250.000 euro per i Comuni che partecipano in rete.
I partecipanti avranno 60 giorni per l’elaborazione dei progetti, che dovranno pervenire entro il 15 gennaio 2021. I progetti potranno prevedere, tra le altre attività, incontri, seminari, laboratori, mostre, rassegne, giornate di formazione, realizzazione di piattaforme o applicativi digitali, attività culturali e creative con particolare attenzione all'innovatività, alla sostenibilità e alla accessibilità delle proposte, al coinvolgimento della cittadinanza e all'impatto sul territorio.
I progetti vincitori potranno essere realizzati da aprile a luglio 2021. La programmazione deve essere pensata nel rispetto della normativa vigente in materia di contenimento del contagio da Covid-19.
L’Avviso pubblico è consultabile qui: Direzione Generale Creatività Contemporanea > aap.beniculturali.it | Direzione Generale Turismo > turismo.beniculturali.it
Per informazioni e per la presentazione delle domande: www.borghinfestival.beniculturali.it

Chiusura musei e luoghi della cultura

In ottemperanza alle nuove misure di contrasto e contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 previste dal DPCM 3 novembre 2020, la Direzione regionale Musei Campania comunica che dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 (art. 1, co. 9, lett. r) sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei, degli archivi, delle biblioteche, delle aree archeologiche e dei complessi monumentali di cui all'articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio.

Ulteriori riaperture dei luoghi della cultura

Si completa il piano di riaperture dei luoghi della cultura della Direzione regionale Musei Campania.  Riaprono l’intero percorso di visita della Certosa di San Lorenzo a Padula e della Certosa e Museo di San Martino a Napoli, il Museo archeologico della valle del Sarno, il Museo archeologico della media valle del Sele a Eboli, Museo del Palazzo della Dogana dei Grani, Atripalda, Museo di San Francesco a Folloni, Montella. 

Con gli ultimi appuntamenti scalati nei prossimi giorni a partire da oggi sabato 4 luglio, si completa il piano di riapertura post Covid dei musei e luoghi della cultura che compongono la rete della Direzione regionale Musei Campania.

A fronte di rigorose misure di sicurezza, che sono state osservate allo stesso modo in tutti i siti, e seguendo una metodologia che ha privilegiato la sostenibilità e la gradualità, il piano ha coinvolto progressivamente i 27 siti che punteggiano l’intera regione, resi tutti nuovamente accessibili in poche settimane.
Dopo la riapertura di Villa Iovis e della Grotta azzurra a Capri nei giorni scorsi, a cui è seguita quella del viale centrale del Parco della Villa Floridiana, tanto atteso dalla comunità vomerese, e del Museo archeologico di Montesarchio da sabato 4 luglio 2020 alle ore 12.00, sarà possibile visitare l’intero percorso della Certosa di San Lorenzo a Padula, uno dei primi siti riaperti in Campania lo scorso 18 maggio. Oltre agli spazi verdi e ai chiostri accessibili da allora, sarà finalmente possibile visitare anche le cucine degli antichi monaci, la sala del Tesoro, la sala del Capitolo e su richiesta anche le celle, dove sono collocate le opere di arte contemporanea.
Gli appuntamenti continueranno secondo un serrato calendario che vedrà la presenza della direttrice Marta Ragozzino insieme ai direttori e referenti dei diversi siti, i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni attive nei territori, sempre in modalità distanziata e sicura.
Lunedì 6 luglio 2020 alle ore 12.00 sarà la volta del Museo archeologico della valle del Sarno, ospitato all’interno al piano terra del settecentesco Palazzo Capua, dove un progetto di restauro, iniziato da qualche mese, restituirà al pubblico, entro la fine dell’anno, anche il primo piano con pareti e soffitti affrescati.
Mercoledì 8 luglio 2020 alle ore 12.00, il percorso continuerà presso Museo archeologico di Eboli e della media valle del Sele, che si snoda nel complesso monumentale trecentesco dell’ex convento di San Francesco.
Giovedì 9 luglio riaprirà l’intero percorso del Museo della Certosa di San Martino a Napoli oltre ai Chiostri e ai giardini. Si potrà visitare anche la Chiesa.
Sempre giovedì riaprirà il Palazzo della Dogana dei Grani ad Atripalda e venerdì 10 luglio 2020 il Museo di San Francesco a Folloni a Montella.

Direzione regionale Musei Campania   |   Castel Sant'Elmo  - Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
Email:  drm-cam@beniculturali.it   -   PEC:  mbac-drm-cam@mailcert.beniculturali.it

Contatti telefonici Uffici e Luoghi della Cultura >>

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) :  0039.081.2294-415/584/585/470
Email:  drm-cam.urp@beniculturali.it
webmaster    |