Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.

AVVISI

Avviso proposta sponsorizzazione

Avviso pubblico di avvenuto ricevimento di una proposta di sponsorizzazione per la ristampa della Guida del Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano. Leggi qui -->>

Avviso di Post Informazione 2/10/17

Pubblicato l'avviso di post informazione - esito di affidamento - oggetto del bando: Progetto "Reach Out. Competenze, strategie, impatti per i musei della Campania" - Leggi qui -->>

Differenze di genere: corredi a confronto

La mostra ‘Differenze di genere: corredi a confronto’ presenta alcuni corredi funerari provenienti dal territorio capuano al fine di creare un paragone tra il mondo maschile e quello femminile. Una netta distinzione di sfere della cui attualità ormai dubitiamo, ma che negli antichi corredi a volte si stempera, a volte si afferma con nettezza.

Nei corredi funerari il defunto si accompagnava con gli oggetti che gli erano più cari e che meglio lo rappresentavano: alla donna gli oggetti della casa e della seduzione, all’uomo le armi. L’attenzione che le aristocratiche donne capuane ponevano alla cura della bellezza è evidente dagli oggetti presenti nella tomba rinvenuta nella necropoli orientale di Capua. La donna era deposta in una grande cassa di tufo circondata da ceramica fine da mensa a vernice nera e da una serie di oggetti da toletta, tra cui un’oinochòe in pasta vitrea, pissidi e piccoli vasetti usati per contenere profumi e cosmetici. In un’altra sepoltura, proveniente dalla necropoli settentrionale, era deposta una donna di nome Stallia: un dipinto sulla parete di fondo della camera sepolcrale la ritrae mentre viene accolta da Ade nel Regno dei Morti. Il suo corredo è composto da specchi e pettini, alabastra e lekythoi (contenitori per unguenti e profumi), tutti originariamente custoditi in una cassetta lignea, di cui si è conservata solo parte della decorazione in osso.

A fare da contraltare una tomba maschile a incinerazione dalla necropoli occidentale, risalente all’età del Ferro. Il corredo dell’uomo era composto dalla spada e dal fodero in bronzo - segni inconfondibili del genere maschile e dell’elevato rango sociale del defunto - e dal rasoio.  Ad accogliere i visitatori è una statua femminile panneggiata, mentre due piccole e eleganti sculture in marmo di età romana, esemplificative del modo di vestire delle donne romane, si affiancano ad una maschera teatrale in marmo con folta barba.

  • Dove: Museo Archeologico dell’Antica Capua
  • Da: Martedì, 08 Marzo 2016
  • A: Domenica, 10 Aprile 2016
Polo museale della Campania   |   Castel Sant'Elmo  - Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
Email:  pm-cam@beniculturali.it   -   PEC:  mbac-pm-cam@mailcert.beniculturali.it

Informazioni   |  Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) :  0039.081.2294415   -  0039.081.2294470
Email:  pm-cam.urp.edu@beniculturali.it
webmaster    |