Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.

AVVISI

Castel Sant’Elmo: variazione orario

Si comunica che da mercoledì 8 novembre 2017, il complesso monumentale di Castel Sant’Elmo, per motivi legati alla sicurezza, chiuderà al pubblico alle ore 17.00, con ultima emissione dei biglietti alle ore 16.00.   Tale disposizione resterà in vigore fino al ripristino dell’impianto di illuminazione del fossato e delle rampe.

Invito a manifestare interesse 6/11/17

E' stato pubblicato un avviso pubblico - Invito a manifestare interesse a partecipare alla procedura per l’affidamento in concessione del servizio di gestione dei distributori automatici di bevande e alimenti delle sedi di alcuni siti del Polo museale della Campania.  Leggi qui -->>

Avviso di Post Informazione 2/10/17

Pubblicato l'avviso di post informazione - esito di affidamento - oggetto del bando: Progetto "Reach Out. Competenze, strategie, impatti per i musei della Campania" - Leggi qui -->>

Notte dei Musei 2016

Notte dei Musei 2016

ORARI, EVENTI MUSEI DEL POLO, EVENTI ALTRI MUSEI

Oltre ai Musei del Polo museale della Campania hanno aderito all’apertura straordinaria anche i musei MADRE - MUSEO NITSCH - FONDAZIONE IDIS-CITTÀ DELLA SCIENZA- COMPLESSO MUSEALE PURGATORIO AD ARCO - MUSEO DIOCESANO DI POZZUOLI - MUSEO CORREALE DI SORRENTO

 

 

Orario dei musei del Polo museale della Campania: INGRESSO A € 1,00 NELL’ORARIO DI APERTURA STRAORDINARIO

Certosa e Museo di San Martino 8.30 - 22.30  ultimo ingresso ore 21.30
Castel Sant’Elmo 8.30 - 22.30  ultimo ingresso ore 21.30
Museo Duca di Martina - Villa Floridiana

Museo  8,30 - 22.00  ultimo ingresso  ore 21,15
Parco Villa Floridiana,  8,30 - 21,00

Museo Pignatelli 8.30 - 22.00   ultimo ingresso ore 21.00
Palazzo Reale, Napoli 9.00 - 23.00  ultimo ingresso ore 22.00
Parco e Tomba di Virgilio, Napoli 9.00 - 22,30  ultimo ingresso ore 22
Complesso monumentale dei Girolamini 8.30 - 14.00; 20.00-23.00 - ultimo ingresso ore 22.30
Museo storico archeologico di Nola, Nola 19.00 - 22.00  ultimo ingresso ore 21.30
Museo archeologico dell'antica Allifae, Alife 8,30 - 22,30  ultimo ingresso ore 22
Museo archeologico di Teanum Sidicinum, Teano 8,30 - 22,30  ultimo ingresso ore 22
Museo archeologico dell'antica Calatia,  Maddaloni 9.00 - 23.00  ultimo  ingresso  22.30
Museo archeologico dell'Agro atellano, Succivo 8.30 - 22.30 ultimo ingresso ore 22
Museo Archeologico dell’antica Capua e Mitreo,  Santa Maria Capua Vetere 9.00 - 22,30 ultimo ingresso ore 22
L’anfiteatro Campano  Santa Maria Capua Vetere

9.00 - 22,30  ultimo ingresso ore 22

Certosa di San Lorenzo, Padula 9.00 - 23.00  ultimo ingresso ore 22
Museo archeologico nazionale di Eboli e della media valle del Sele, Eboli 8.30 - 13.30;  20- 23  ultimo ingresso ore 22,30
Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno, Sarno 8.30 - 22.00  ultimo ingresso ore 21.30
Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano, Salerno 9.00 - 22.30  ultimo ingresso ore 22
Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino, Montesarchio 9.00 - 23.00  ultimo ingresso ore 22
Museo del Palazzo della Dogana dei Grani, Atripalda 9.00 - 13.00;  16.00 - 23.00 ultimo ingresso ore 22.30

 

Museo Pignatelli – ore 20.30
LA FESTA DI BACCO. NAPOLI 1722 MUSICHE DI LEONARDO VINCI
Verrà presentata la ricostruzione della commeddeja di Leonardo Vinci La festa de Bacco, uno spettacolo memorabile del 1722 messo in scena al Teatro dei Fiorentini e poi nel ’32 al Teatro Nuovo sopra Toledo. Realizzata grazie a un gruppo di arie superstiti, conservate presso la Santini-Bibliothek di Münster. è la fantasiosa “riscrittura” di una drammaturgia destinata a collocare queste preziose “tessere” in un contesto scenico. Spettacolo realizzato da I Talenti Vulcanici della Pietà de’ Turchini, direzione Stefano Demicheli, Filippo Morace, drammaturgia e basso,Giuseppina Bridelli, mezzosoprano

Monumento nazionale dei Girolamini - ore 21.00
GLI ORATORI: L'ASSUNTA
I visitatori saranno guidati alla scoperta dell’Oratorio dell’Assunta, noto anche come Cappellone dell'Assunta o Cappella degli Artisti è uno dei cinque oratori del complesso dei Girolamini.
La sala era sede della Congregazione dei mercanti e degli artisti ma intesi come coloro che esercitavano lavori manuali. L’Oratorio presenta una pregevole decorazione tardo-cinquecentesca e settecentesca.

Castel Sant'Elmo
CALIXTO RAMIREZ . CUATROPASOS | napoli
La mostra presenta, nel Museo del Novecento a Napoli, sei lavori inediti ispirati alla città, realizzati da Calixto Ramirez per dialogare reciprocamente all'interno di un unico spazio concepito come catalizzatore di memorie, dove è possibile leggere la varietà delle suggestioni derivate dalla sua “passeggiata” attraverso Napoli, segnata da incontri ricorrenti con venditori ambulanti, ragazzini che scorrazzano per le vie dei quartieri, fra i profumi e i mercati del pesce, architetture erose e deteriorate dall'azione del tempo,e simboli e segni della storia passata e recente della città. L'esperienza napoletana è così riproposta con grande intensità attraverso riferimenti e immagini fortemente evocativi, liberamente desunti dalla contraddittoria seppur affascinante situazione cittadina.
La mostra sarà visitabile fino alle ore 21.30

Palazzo Reale di Napoli
MUSICA A PALAZZO REALE - ore 21.00
Sabato sera si svolgerà una suggestiva visita alle stanze della regina accompagnata dalla performance musicale dell’Accademia Mandolinistica Napoletana sulle note dell’opera buffa dei maestri Scarlatti, Pergolesi, Leo, Barbello, Paisiello e Cimarosa, eseguite con lo strumento che meglio racconta la storia della musica di Napoli: il mandolino.
Visite didattiche a cura di CoopCulture, Perfomance a cura dell’Accademia Mandonilistica Napoletana: Minni Diodato, Soprano- Mauro Squillante, Mandolino- Pierpaolo De Martino, Clavicembalo- Leonardo Massa, Violoncello e Calascione. Esecuzione con mandolino originale del 1773 fabbricato a Napoli da Donato Filano e con la copia di un cembalo tedesco (Christian Vater 1738).
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA 848 800 288 \ 06 39967050

Museo Duca di Martina e Villa Floridiana
LE MERAVIGLIE MUSICALI DEL SETTECENTO NAPOLETANO Gran Galleria, - ore 19.00
Nella 'Gran Galleria' del Museo, verrà eseguito un Concerto dell''Orchestra da camera "La Real Cappella di Napoli" a cura dell'Associazione musicale Golfo Mistico. Ivano Caiazza, direttore - Bernard Labiausse, flauto solista.
INGRESSO FINO A ESAURIMENTO POSTI
Dopo il concerto seguirà una visita alle collezione “Le porcellane della Real Fabbrica di Capodimonte”, a cura di Progetto Museo.

Certosa e Museo di san Martino – ore 20.00 e ore 21.30
GIGANTE E I FIGLI DEL RE
In occasione della notte dei Musei i visitatori potranno partecipare alla visita illustrata alla mostra Gigante e i figli del re. La mostra, nasce in occasione della nuova acquisizione di un acquerello di Giacinto Gigante, Veduta della costiera amalfitana, donato dal collezionista londinese Philip Athill, , faceva parte di un album di 57 fogli appartenuto alla principessa Maria Pia di Borbone. L’esposizione racconta il procedimento adottato dal maestro nell’insegnamento della pittura di paesaggio ai giovani principi di Borbone.
Seguirà, alle ore 21.30, una performance teatrale sul tema della mostra, a cura del Gruppo i Danzattori di Mauro Maurizio Palumbo e Salvatore Camerlingo, con Sabrina Santoro ed altri. Il pubblico, nel Cortile Monumentale potrà assistere a una ‘lezione di pittura’ trasposta, con musiche dell’epoca, in danza contemporanea con contaminazioni romantiche.

Certosa di San Lorenzo, Padula – dalle ore 20.00 alle ore 22.30
LA CERTOSA CONSERVA....
In occasione della Notte Europea dei Musei, la Certosa di San Lorenzo di Padula accoglierà i visitatori con ”La certosa conserva...”, sarà possibile visitare i depositi di opere d'arte, dove sono conservate sia le opere in attesa di restauro che quelle già restaurate.
Nel corso della visita verrà presentato il “corpus” di dipinti su tela provenienti dalla chiesa di San Michele di Cava dei Tirreni, che offrirà lo spunto per alcune riflessioni sul culto micaelico, particolarmente presente nel Vallo di Diano.
Durante la serata sarà anche illustrato il recupero del giardino della cella 25, in cui venne realizzato, nel 2006, il progetto del gruppo di architetti del paesaggio Archi-pelagus dal titolo “Riflessioni”, vincitore della rassegna “Ortus Artis”, dedicata alla rivisitazione dei giardini delle celle certosine.

Museo Archeologico della Valle del Sarno – ore 20.00
LE PERLE DI VETRO DALLA PIANA SARNESE ALL’ AFRICA SAHARIANA
Il Museo di Sarno presenta la mostra “Le perle di vetro dalla piana sarnese all’ Africa sahariana”, preceduta da un breve seminario con archeologi, geologi e tecnici. Verranno messi a confronto i grani di collane e i ciondoli in vetro rinvenuti nelle necropoli dell’Età del Ferro della piana del Sarno con le perle in vetro, ritrovate in Africa sub sahariana, la cui decorazione richiama i manufatti vitrei sarnesi. Queste vennero realizzate a Venezia nel XVI secolo e utilizzate come moneta di scambio dall’epoca della Tratta degli schiavi fino ai nostri giorni. La serata sarà animata dal gruppo di musica etnica “GUNA’ West Africa Percussion Ensamble”, la cui esibizione è stata sostenuta dal Lions Club San Valentino Sarnica Gens.

Museo archeologico nazionale di Eboli e della media valle del Sele - Eboli
“IL PROFUMO DEL PASSATO. VIAGGIO ATTRAVERSO TESTIMONIANZE ARCHEOLOGICHE, MUSICA, PERCEZIONI OLFATTIVE E SAPORI” – ore 20.00 - 23.00
La serata sarà dedicata al profumo nel mondo antico, alla sua diffusione e al suo significato, dal passato più remoto quando rappresentava una esclusiva prerogativa del divino fino alla sua trasformazione in complemento essenziale di femminilità e di seduzione; non sono inoltre dimenticate altre importanti funzioni legate all’identità e alla medicina.
All’interno degli spazi espositivi saranno idealmente create tre postazioni nelle quali i profumi saranno raccontati, attraverso i manufatti antichi e i miti ad essi collegati con il direttore del museo Giovanna Scarano; la musica con Elisa Bottiglieri- chitarra, Alessandro Cariello- violino, Annamaria del Pilato-flauto, Francesca Giglio violoncello; le percezioni olfattive con il laboratorio Sirenae e i sapori con lo chef Alfonso Crisci di Taverna Vesuviana.

Anfiteatro campano, Santa Maria Capua Vetere – ore 20.00
RICCARDO III, INVITO A CORTE
Nell’Anfiteatro campano, in occasione dei quattrocento anni della morte di Shakespeare, sarà presentato lo spettacolo dedicato a Riccardo III, invito a corte con la regia di Laura Angiulli a cura della Coop. Il Teatro Galleria Toledo.
Prenotazione alla biglietteria, 0823. 1831093 entro il 19 maggio.

Museo archeologico dell’antica Capua, Santa Maria Capua Vetere
UMANE COME TUTTE LE MADRI DEL MONDO, SEDUTE IN TRONO COME DEE
Sarà visitabile la mostra Umane come tutte le madri del mondo, sedute in trono come dee. Fulcro dell’esposizione è una statua di Mater, una scultura in tufo ritrovata in anni recenti nello stesso luogo che ne restituì, nella seconda metà dell’Ottocento, centinaia di esemplari, il Santuario di Fondo Patturelli.
La figura si presenta seduta su un trono, simbolo divino e di regalità, ma al tempo stesso svela tutta la sua umanità nell’accogliere, premurosa, tra le braccia, il frutto della sua fertilità.

Museo archeologico di Calatia, Maddaloni
GLI STUDENTI SCRIVONO LA STORIA DI CALATIA E DEL SUO MUSEO
Al Museo archeologico di Maddaloni la notte comincia presto: alle ore 17,30 gli alunni della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo Aldo Moro presenteranno la guida del museo, realizzata al termine del progetto didattico condotto nel corso dell’anno scolastico in collaborazione con il Museo.
La guida sarà distribuita dagli studenti al pubblico e i ragazzi rimarranno fino a sera, condurranno alla visita al museo e all'inaugurazione della mostra che seguirà.
Alle ore 19.00 - Elementa tollĕre
L’esposizione dell’artista umbro Stefano Frascarelli, a cura di Marco Amore, presenta la raffigurazione delle nostre origini reinterpretando, attraverso i colori primari, gli elementi fondativi della nascita del mondo-cosmo e dell’uomo che lo abita. Aperta fino al 27 giugno nei consueti orari di apertura del Museo.

Museo archeologico dell'Agro atellano, Succivo
ATELLA NELLE IMMAGINI
Fino alle ore 22.30, ultimo ingresso ore 22.00
Il Museo archeologico di Succivo presenta la mostra fotografica Atella nelle immagini, curata dall'Archeoclub di Italia sede di Atella in collaborazione con il museo.
Una selezione di immagini dell'antica città di Atella dai primi scavi ai giorni nostri, seguirà la visita ai reperti dell'antica città nelle collezioni del museo.

Museo archeologico del Sannio Caudino, Montesarchio
ASSTEAS E TRE NUOVI AMICI.IL CRATERE DI ASSTEAS E NUOVI VASI DELL’ANTICA CAUDIUM
Fino alle ore 23.00, ultimo ingresso 22.00
Nel Museo archeologico di Montesarchio si svolgeranno visite guidate alle collezioni e saranno presentati tre nuovi vasi, provenienti dalla Necropoli dell’antica Caudium.
Le visite proseguiranno nella Torre riaperta da poco con l’esposizione del cratere di Assteas., ubicata poco lontano dal Castello in cui ha sede Museo.

Museo archeologico del Sannio caudino, Montesarchio
Il CONSERVATORIO AL MUSEO ore 19.30
In occasione della notte dei Musei, si svolgerà al Museo Archeologico di Montesarchio, un concerto di musica classica e canto lirico, pianoforte e voce, a cura del Conservatorio Nicola Sala di Benevento che anche quest'anno ha voluto dare il suo contributo alla manifestazione.

Museo Archeologico dell’antica Allifae, Alife ogni ora, a partire dalle 19,30
NON SOLO ARMI: IL MONDO DEI SANNITI OLTRE LA GUERRA
II visitatori potranno partecipare a percorsi narrativi tra le collezioni del Museo, a cura del personale museale. L’immagine dei Sanniti che le fonti antiche ci hanno tramandato è quella di un popolo bellicoso che giunse a dominare larga parte dell’Italia centro-meridionale, opponendosi con fierezza all’espansione della nascente potenza romana. Le ricche collezioni del Museo di Alife, costituite in gran parte da reperti provenienti da aree di necropoli, documentano, accanto alla figura di prestigio del guerriero in armi, numerosi aspetti della vita quotidiana che ci restituiscono un’immagine più completa e veritiera della società sannita.

Museo Archeologico di Teanum Sidicinum, Teano alle ore 21.00
SUONI D’ARTE
Concerto di musica classica e contemporanea, a cura del maestro Antonio Pompa, organizzato dalla ProLoco Teano e Borghi con la collaborazione dell’Assessorato all’Istruzione, alla Cultura, ai Beni storici e Turismo. Il concerto si svolge nell’ambito delle manifestazioni legate alla mostra “Il Cristo velato. Una copia d’arte”, sarà preceduto e seguito da visite guidate alle collezioni museali e alla mostra.

Museo archeologico nazionale di Pontecagnano ore 19,30 e ore 21.00
NOTTE AL MUSEO. UN VIAGGIO INTERETNICO TRA MUSICA E ARCHEOLOGIA
In occasione della Notte dei Musei si svolgeranno visite guidate alle collezioni sul tema “Etruschi, Greci e Italici a Pontecagnano”. Inizio delle visite alle ore 19,30 e alle ore 20.00
Segue alle ore 21.00 un Concerto di musica etnica e la degustazione di prodotti locali.

 


Hanno aderito all’ apertura straordinaria anche i musei MADRE - MUSEO NITSCH - FONDAZIONE IDIS-CITTÀ DELLA SCIENZA- COMPLESSO MUSEALE PURGATORIO AD ARCO - MUSEO DIOCESANO DI POZZUOLI - MUSEO CORREALE DI SORRENTO

MUSEO MADRE
Anche quest'anno il museo MADRE di Napoli aderisce alla Notte europea dei musei in programma per sabato 21 maggio 2016 offrendo l’apertura straordinaria fino alle ore 23.00, con ingresso a 1,00 euro a partire dalle 19:30. 
Un’occasione in più per visitare, in notturna, le collezioni permanenti del museo: dalle opere site-specific al primo piano alle opere presentate in spazi vari del museo nell’ambito del progetto in progress Per_formare una collezione.
Il museo MADRE aderisce all'iniziativa Notte Europea dei Musei e sarà aperto fino alle ore 23.00
Ingresso a €1.00 dalle ore 19.30 alle ore 23.00 (chiusura biglietteria 22:30).
Museo MADRE, Via Settembrini, 79 – Napoli
Tel. + 39 081 19313016 Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.madrenapoli.it

MUSEO NITSCH
HERMANN NITSCH- Arena. Opere dall’opera
20.00 – 23.00
Il Museo Nitsch di Napoli celebra i 7 anni dalla nascita con un cambio radicale della sua collezione: Arena. Opere dall’opera, è un evento straordinario che presenta infatti, un’ampia raccolta di “relitti” provenienti dalle azioni teatrali dell’artista viennese dagli anni Sessanta ad oggi di cui è stato costante testimone e raffinato mecenate Giuseppe Morra, implacabile intellettuale al servizio dell’Arte che continua a declinare attraverso peculiari progettualità socio-culturali. Quest’ampia mostra segna una nuova tappa dell’attività di ricerca del “Museo Archivio Laboratorio per le Arti Contemporanee Hermann Nitsch” di Napoli, fondato nel 2008 grazie all’impegno di Morra, e conferma la sua mission relativa alla raccolta, esposizione e determinazione ermeneutica della produzione di Nitsch.
Opere dall’opera intende analizzare la genesi, lo sviluppo e il significativo legame con l’Orgien Mysterien Theater (Il teatro delle Orge e dei Misteri) fondato da Nitsch nel 1957, opera d’arte totale, che ne include tutta la filosofia e la pratica artistica.I “relitti” esposti, pur collegati al momento performativo da cui discendono, vanno intesi come possibilità di rivisitare l’aura di suggestione e culto che attraversa questi oggetti percorsi da forte sensualità, rimandi e suggestioni.
Su tavoli e grandi pedane, con una precisione cartesiana, Nitsch allinea e organizza materiali caldi e freddi, naturali e artificiali, montando assieme le tracce del sangue e delle sostanze organiche delle performance, con il nitore limpido dei cubetti di zucchero o la perfezione glaciale degli attrezzi chirurgici; “un’ideale sintesi unitaria del lavoro” come li definisce Nitsch.
Museo Nitsch- Vico Lungo Pontecorvo, 29/d 80135 Napoli
Tel. 081 5641655
www.fondazionemorra.org - www.museonitsch.org

FONDAZIONE IDIS-CITTÀ DELLA SCIENZA
Notte di Scienza ore 20.00 - 23.00
In occasione della “Notte dei Musei 2016”, promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Città della Scienza propone “Notte di Scienza”, una festa speciale sotto le stelle per sorprendersi con i segreti della scienza tra buio e luce!
In programma attività dedicate agli amici del buio: pipistrelli, pesci abissali, insetti notturni.
Protagonisti della serata saranno giochi di luce, osservazioni del cielo, laboratori al buio e, in anteprima, il science show “Don’t call me just ballon”, che sarà presentato a fine maggio in occasione del Festival della Scienza di Lubiana.
Inoltre, il ristorante di Città della Scienza Alma Flegrea sarà aperto con musica live e con la sua brasserie!
l'ingresso al museo, 1 euro-ultimo ingresso ore 10.30
Via Coroglio, 57/104, 80124 Napoli - 081 735 2424

COMPLESSO MUSEALE DI SANTA MARIA DELLE ANIME DEL PURGATORIO AD ARCO
“Anime in sogno” il culto delle anime antiche
Ore 19:00 - 24:00
In occasione della Notte dei Musei 2016, tra le mura seicentesche del Complesso di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, testimoni di un epoca di grandi contrasti ed esasperazioni sociali, il visitatore sarà accompagnato attraverso un suggestivo percorso che dalle soglie dell’ombra approderà alla pietà di un popolo che ha fatto dell’indulgenza il proprio modello esistenziale. Il culto delle anime purganti costituirà, il filo conduttore del percorso di visita. Le anime che soffrono, e continuerebbero a soffrire per l' eternità se non fosse per la cura che i devoti rivolgono loro, sono le anime pezzentelle, che vagano in Purgatorio in cerca del refrisco, l’alleviamento delle pene, sono le cosiddette anime antiche, custodite nella chiesa de “ ’e cape e morte”, come viene definito dal popolo napoletano il Purgatorio ad Arco.
Sabato 21 maggio 2016, il Complesso museale sarà aperto dalle 10.00 alle 17.00, e dalle 19.00 alle 24.00
Ingresso: € 5,00 ingresso singolo\ € 4,00 ridotto (da 19 a 25 anni; gruppi superiori alle 15 unità o singoli visitatori del Distretto Culturale di via Duomo) \ € 3,00 ridotto ragazzi (da 7 a 18 anni) \ € 3,00 scolaresche di ogni ordine e grado \ ARTECARD - intero € 4,00 - ridotto € 3,00 (under 25)
Gratuità: bambini fino a 6 anni, giornalisti accreditati, iscritti ICOM, guide turistiche nell'esercizio delle proprie funzioni
Le visite dell’apertura serale inizieranno alle ore 19.00 e proseguiranno con cadenza di 30 minuti per gruppi di max 30/35 persone. L’ultima visita verrà effettuata alle ore 23.30, l’ingresso per l’orario desiderato deve essere prenotato presso la segreteria di Progetto Museo al numero 081440438, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 14:00 o su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. attendendo mail di Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco
Via Tribunali, 39 – Napoli - www.purgatorioadarco.it

MUSEO DIOCESANO DI POZZUOLI
Aderendo all'iniziativa Notte europea dei musei, il Museo Diocesano di Pozzuoli, inaugurato nella sede definitiva del Palazzo Vescovile il giorno precedente questa manifestazione, sarà aperto fino alle ore 22.00 con ingresso gratuito e visita guidata alle collezioni. Alle ore 20.00, nel suggestivo cortile si svolgerà un dell'ensemble "Gli Accademia" musiche e canti dal repertorio classico in onore della Vergine Maria.
Il Museo diocesano di Pozzuoli è stato progettato come museo della città e della comunità, le sue collezioni testimoniano le tradizioni demoetnoantropologiche del territorio flegreo e intende dialogare con le altre istituzioni culturali del territorio. Via Campi Flegrei, 12, 80078 Pozzuoli

MUSEO CORREALE DI SORRENTO
Il Museo Correale fu istituito per volontà di Pompeo e Alfredo Correale, ai cui testamenti fu dato seguito ed esecuzione nel 18 gennaio e nel 15 settembre del 1900. Nel 1916, morì la vedova di Alfredo Correale, Angelica de' Medici, Principessa di Ottajano, che arricchì il Museo con una cospicua donazione di oggetti e mobili provenienti dal ramo della storica famiglia fiorentina. Dopo i lavori di allestimento, il Museo fu inaugurato il 10 maggio 1924 dall'allora Ministro della Pubblica Istruzione, Giovanni Gentile.
Le collezioni d'arte della Fondazione Correale di Terranova, collocate in 24 sale articolate al piano terra e su tre piani in elevazione, su offrono un'ampia documentazione delle arti pittoriche e decorative napoletane, dal XVI al XIX secolo. Completano la raccolta alcuni dipinti fiamminghi e olandesi del XVII secolo, un interessante gruppo di dipinti di paesaggisti stranieri (XVI-XIX secolo), alcuni mobili veneziani e inglesi della prima metà del XVIII secolo, una pregevole raccolta di orologi e oggetti vari, una collezione di maioliche e, infine, la prestigiosa raccolta di porcellane italiane e straniere del XVIII secolo. Nel Museo esiste anche un'importante biblioteca e una sezione archeologica che testimonia l'antica origine della città di Sorrento.
Nel corso degli anni, poi, la collezione si è arricchita di lasciti e donazioni che ne hanno ulteriormente accresciuto il valore artistico-culturale. Un valore tale, riconosciuto sia in Italia che all'estero, che ha prodotto numerose occasioni di prestiti di opere per le più importanti mostre allestite in ambito nazionale ed internazionale.
Assolutamente da non perdere l’occasione per visitare la mostra “Il Giovane Salvator Rosa” Napoli 1615 – Roma 1673), che chiuderà battenti il prossimo 31 maggio.
sabato 21 maggio, dalle ore 16.00 alle 23.00 (ultimo ingresso ore 22.15) ingresso ridotto particolare per "La notte dei Musei" di € 3,00 (Biglietto normale € 8,00).

  • Dove: Musei del Polo e altri
  • Data: Sabato, 21 Maggio 2016
Polo museale della Campania   |   Castel Sant'Elmo  - Via Tito Angelini, 22 - 80129 Napoli
Email:  pm-cam@beniculturali.it   -   PEC:  mbac-pm-cam@mailcert.beniculturali.it

Informazioni   |  Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) :  0039.081.2294415   -  0039.081.2294470
Email:  pm-cam.urp.edu@beniculturali.it
webmaster    |